Train du rêve ( italian editions)

Presentiamo ai nostri lettori, a chi segue Errant Editions un romanzo onirico, surreale, speciale di Francesca Mazzucato. Nella sua produzione ci sono sempre dei treni, e qui c’è un treno speciale e la storia richiama il “fantastico sociale di Carné e il realismo poetico di Zavattini” come scrisse Anita Miotto in questa bella recensione apparsa all’epoca dell’uscita dell’edizione cartacea per Giraldi editore.  Su questo romanzo è nota l’opinione di Ettore Bianciardi, espressa direttamente all’autrice

…io sto finendo di rileggere Train du reve e sono sempre più convinto
che sia un vero capolavoro!
Non sto scherzando, sei dieci lunghezze sopra tutti gli scrittori
che oggi occhieggiano in libreria e nei vari convegni e convegnetti
e se la tirano in modo insopportabile…
Francesca, la sera mi addormento leggendo le storie dei tuoi personaggi che si affacciano
uno ad uno come i personaggi dei film di fellini, raccontano la loro storia
e mi fanno star bene.

Il noto poeta e critico letterario Leandro Piantini ne ha scritto qui e su alcune note riviste letterarie. Afferma tra l’altro Piantini

“Il viaggio in treno della Mazzucato trae ispirazione da questo spirito di indagine, dal bisogno di conoscenza, dalla curiosità e dall’amore per i propri simili, e si traduce in mille episodi, lievi e fantasiosi, drammatici e lirici, spesso comici: negli incontri, nei ritratti, nelle conversazioni che la viaggiatrice ha modo di fare per ore con personaggi d’ogni tipo, insignificanti e casuali, ma soprattutto con personaggi strani, singolari, un campionario più surreale che realistico della gente più incredibile che si può incontrare su un treno. Il racconto ha momenti molto felici e si sente che nasce da un’empatia genuina, da un’accesa curiosità per la vita della gente comune. Le parole che pronuncia un suo personaggio credo riassumano perfettamente il pensiero dell’autrice “ Se perdi l’interesse per le storie delle persone perdi tutto, non c’è nulla che valga la pena, neanche l’amore, neanche la musica”. E sono tanti i personaggi bizzarri, che salgono e scendono da quel treno, fanno un’apparizione, si fanno conoscere, e poi lasciano la scena ad altri. Taddeo il poeta plebeo, che si è esibito al Costanzo show nel suo genere popolaresco. C’è anche l’uomo che si è specializzato nella Creazione di Atmosfere: “Si, ha capito. Atmosfere di tutti i tipi. Le creo per gli altri. …Nascosto in ognuno di noi c’è un deposito di atmosfere, una specie di solaio. C’è, glielo assicuro, solo che lo dimentichiamo…Se la gente si ricordasse del suo deposito di atmosfere, tutti saprebbero sempre come fare per stare bene”. C’è perfino lo Sniffatore di pianerottoli, che sale di piano in piano nei palazzi per impadronirsi con l’olfatto dei mille odori dei cibi che la gente ama cucinare. E c’ anche qualcosa di più profondo: chi cerca sulle facce delle persone le tracce delle loro emozioni e se le porta con sé . Alcuni cercano di comunicare agli altri esperienze che li aiutino ad uscire dall’apatia e dall’angoscia, dal disamore, per far loro ritrovare l’entusiasmo e la gioia di vivere. Tutto il libro della Mazzucato è animato da un robusto afflato umanitario e rigeneratore e da una verve affabulatoria pirotecnica e quasi sempre felice. Il viaggio è costruito come la cornice del Decameron, per cui basta un pretesto per introdurre personaggi che raccontano storie mirabolanti, come quella del bolognese costruttore di violini, o quella del suonatore di violino che intesse una romantica storia d’amore con una cantante d’opera..”

Al momento il romanzo è scaricabile qui in formato epub, prossimamente nel Kindle store e negli altri store on line.
Sarà prossimamente tradotto in inglese e francese.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: