Le sfumature contemporanee dell’eCommerce

 

Il progetto sul vendere e comprare. Il nostro tempo bulimico? La decrescita? Le istruzioni per l’uso? ( un prologo, per iniziare)

Occuparsi di eCommerce. Perché? Abbiamo un Joyce Project, un progetto Calatrava. C’entra? Sì, c’entra.Perché ci sembra un tema che tocca un po’ tutti. Che segna le nostre vite, che ne delinea ambiti e confini. La definizione, forse, per qualcuno è ancora tecnica, forse appare criptica, sembra che voglia dire tutto o niente, ma chiariamo il senso e quelli che sono i nostri scopi: vogliamo occuparci di qualcosa che, tutti i giorni, o quasi facciamo Comperiamo cose utilizzando internet. Qualcuno di noi, le cose le vende anche. Cose, è un termine generico. Si tratta, spesso di servizi, di prodotti culturali, di viaggi, di prenotazioni, di animali, di tutta quella tessitura che compone le nostre vite, di tutto quell’insieme di merci caricate di valore emotivo e persino politico e sociologico, con cui ogni giorno abbiamo a che fare,

Quindi, occuparsi di eCommerce vuol dire toccare punti cruciali del nostro quotidiano, del nostro rapporto col consumo, della nostra microeconomia. Si tratta di un argomento che offre moltissimi spunti ed interpretazioni ed è leggibile da varie angolature. Può offrire strumenti utili per il consumatore, come in questo caso, nel testo che vi accingete a leggere, comprese le norme legali per tutelarsi, può diventare critica sociale, nel caso che un testo sul commercio online proponga soluzioni alternative e giri di boa rispetto ai grandi monopolisti digitali. Non in modo dogmatico. I grandi monopolisti, offrono esempi da imitare, servizi clienti ( pensiamo ad Amazon e a come tratta chi compra qualsiasi cosa) che sono modelli esemplari di perfezione, oppure progetti che toccano il futuro, che lo plasmano. Sono grandi e irrequieti visionari i fondatori di grandi catene, Mason, di Groupon, Bezos, e altri. che non hanno trovato niente di lineare e di “già pronto” ma si sono resi pionieri. Si nota l’agitazione che si crea intorno ai pionieri, sempre. Non esistono percorsi prevedibili, e la dimensione dell’inaspettato deve essere sempre tenuta presente. Per questo vogliamo trovare declinazioni diverse e accordi importanti per la nostra collana che suonino una musica riconoscibile per i nostri giorni complessi e frettolosi. Si tratta di un work in progress, naturalmente, un lavoro complesso, con diramazioni ( ad esempio potrà toccare o avvicinarsi ai Social Media Lanscapes, altre volte no) nel frattempo studiamo modi che ci piacciano e che ci somiglino per approcciare la vastità che il tema propone, per evidenziare la sua importanza culturale. I film fruibili legalmente in streaming, ad esempio, un mondo da esplorare e da raccontare, e altri servizi dello stesso tipo, perfettamente adeguati al nostro vivere contemporaneo, Ci sono direzioni “maninstream” e strade laterali.  “Nessuna illusione in fatto di semplicità” scrive Enrico Ratto nel suo eccellente “L’ABC dell’ecommerce“. Si tratta di un’importante indicazione. Ce ne possono essere altre? Le esploreremo, attraverso una serie di testi, di autori italiani e non solo.
Paul Hessel, Francesca Mazzucato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: